Esercizi e ginnastica propriocettiva

Esercizi e ginnastica propriocettiva

Gli esercizi più di facile portata per tutti sono la discesa laterale da un gradino su superficie instabile a occhi chiusi con mani incrociate al petto e gli affondi frontali con l’arto anteriore su un cuscino ad occhi chiusi.

Insomma dovremmo imparare, chiudendo gli occhi, a percepire gli stimoli che ci arrivano dall’ambiente esterno, diventandone consapevoli.

La propriocezione cosciente comprende la sensazione di posizione articolare cioè dove l’arto si trova alla fine del movimento e la sensazione del movimento articolare cioè il movimento degli arti nello spazio.
Esiste anche la propriocezione incosciente ad esempio quando si cammina, ci si rende conto dell’ambiente circostante automaticamente senza pensare a come i muscoli si muovono o alla postura.

Per chi corre in particolare dopo un infortunio è necessario ripristinare l’attività propriocettiva; l’uso di un plantare è sconsigliato perché non aiuta la rieducazione dei recettori alla massima efficienza.
Gli esercizi più comuni sfruttano le tavole propriocettive e vanno svolti a piedi nudi. 

...segue nei prossimi articoli