DOPING ITALIANO ALLA MARATONA DI VENEZIA

Riportiamo quanto presente sul sito del CONI, in relazione alla positività del 41enne Massimo Leonardi (accertata solo sul primo campione):

Il CONI comunica di aver intrapreso, su delega della IAAF, il result management sugli esami eseguiti dal Laboratorio Antidoping di Roma,che hanno accertato un caso di positività. Nel primo campione analizzato, è stata rilevata la presenza di 19-Norandrosterone, 19-Noretiocolanolone, per Massimo Leonardi (Federazione Italiana Atletica Leggera), al controllo in competizione disposto dalla IAAF, il 26 ottobre a Venezia, in occasione della XXIX Maratona di Venezia.

Alla maratona di Venezia di un mesetto fa, era giunto 5° con il tempo di 2h27’08”.